Tesla Model 2: l’auto elettrica che “sarà per tutti”

La Tesla Model 2 sarà una vera rivoluzione nel panorama automobilistico e secondo il fondatore Elon Musk sarà la più venduta di sempre

Prevista low cost

Secondo le anticipazioni, la Tesla Model 2 sarà disponibile a soli 25.000 euro, posizionandosi tra le proposte più economiche nel mondo occidentale ed entrando così con decisione nel mondo delle low cost elettriche. Attualmente infatti sul podio in termini di prezzo troviamo la Dacia Spring in vendita a circa 21.000 euro, seguita dalla Renault Twingo a circa 22.000 e la Citroen e-C3 a 23.900.

Le ambizioni di Musk nel settore dell’elettrico sono note e l’ingresso nel segmento delle city car potrebbe significare un aumento del bacino di utenza, per poi includere funzionalità come l’Autopilot e il Full-Self Driving come extra a pagamento.

Un modello prodotto ad un prezzo molto basso prodotta in grandissimi volumi” Queste le affermazioni del proprietario del marchio americano.

Prime indiscrezioni

Mentre sembra tramontata l’ipotesi della fabbrica europea a Berlino, la Tesla Model 2 sarà inizialmente realizzata in America, presso il nuovo impianto di Austin in Texas, per poi trasferire la produzione nel nuovo impianto nel sito in Messico, i cui lavori di costruzione sono prossimi all’avvio.

Il modello dovrebbe debuttare nel 2025 e segnerà anche un cambiamento nello stile con un design molto più vicino a quello dei crossover. Inoltre è previsto un nuovo trattamento del frontale, che potrebbe presentare gruppi ottici diversi da quelli più tradizionali visti in alcuni esemplari in collaudo, ma anche le maniglie delle porte nascoste e le ruote di grande diametro.

L’imprenditore americano vuole adottare un nuovo approccio produttivo chiamato unboxed, concependo l’automobile come una serie di componenti assemblabili singolarmente. Secondo questa concezione quindi, la Tesla Model 2 sarà più simile al modello futuristico pickup chiamato Cybertruck, piuttosto che a quello della più tondeggiante Model Y.

Ci si aspetta quindi un design molto particolare, con ampie superfici piane, che risultano più economiche da produtte e da utilizzare secondo il metodo unboxing.

Di certo si tratterà di una vettura dalle misure compatte con una lunghezza intorno ai 4,3 metri, quindi entrando nel cosiddetto segmento B.

Riportiamo un rendering delle immagini di come potrebbe essere il nuovo attesissimo modello

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *